Tanti auguri Italia

17 marzo 1861 viene proclamato il Regno d’Italia. Re Vittorio Emanuele II° di Savoia assume per se e i suoi discendenti il titolo di sovrani della penisola (legge n. 4671). La proclamazione del regno è siglata a Torino, che diventa la prima capitale d’Italia.

 

IL MUSEO DEL RISORGIMENTO

17 marzo 2018, ho visitato la camera del “Parlamento subalpino” presso palazzo Carignano, Torino. Qui è nato il Regno d’Italia. L’Italia, da una semplice espressione geografica, diventa una nazione. Oggi giorno, Palazzo Carignano ospita nelle sue sale il “Museo del Risorgimento”, che narra il periodo storico che porta all’unità del nostro Paese. Il museo ha un respiro europeo, poiché attraverso cimeli, carteggi, video e oggetti dell’epoca racconta il periodo di fervore del “Vecchio Continente” . Questo periodo è a seguito della “Restaurazione” nel 1815, quando i popoli chiedono a gran voce il riconoscimento dei loro diritti.

Giuseppe Garibaldi: l’eroe dei due mondi

 

IL PARLAMENTO SUBALPINO

Il museo ha aperto al pubblico il “Parlamento subalpino”, che solitamente è  visibile da una grande vetrata. La camera è stata chiusa per preservarla, poiché essa è l’unico esemplare di parlamento del XVIII°  arrivato inalterato ai giorni nostri. Entrando nella camera, si è catapultati nella storia e ho avuto la possibilità di fare un viaggio temporale. All’interno della sala, il tempo si è fermato come testimoniano i nomi esposti sulle sedie dei Padri del Risorgimento italiano. Questo viaggio temporale è facilitato dalla visione del video, che propone le sedute del parlamento, nella sala adiacente.

Panoramica del Parlamento subalpino

L’altra chicca della visita del museo è stata l’esecuzione dell’inno italiano eseguita dagli studente del liceo musicale Cavour.  Nella sala che sarebbe dovuta stata essere la sede del Parlamento italiano, gli studenti hanno suonato e cantato le strofe di “Fratelli d’Italia”. La sala consegnata nel 1871 non è stata mai utilizzata per il suo scopo, poiché la capitale del Regno d’Italia fu spostata a Roma.

 

Buona visita!

 

 

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *